Immagine vettoriale razzo con addetti ai lavori come metafora della pianificazione e realizzazione dei nostri progetti

Copilot per Microsoft365: l’assistente intelligente che trasforma la produttività

Immagine vettoriale razzo con addetti ai lavori come metafora della pianificazione e realizzazione dei nostri progetti
Microsoft è impegnato nella continua innovazione e miglioria della suite delle proprie applicazioni, per tale ragione ha introdotto Copilot, un vero e proprio assistente progettato per ottimizzare la produttività degli utenti. Copilot si integra perfettamente nelle app di Microsoft 365, offrendo funzionalità avanzate che semplificano e potenziano il lavoro quotidiano. In questo articolo, in particolare, esploreremo come Copilot amplifica (e semplifica) la collaborazione grazie all’integrazione con Microsoft Teams e Outlook, due delle applicazioni più utilizzate della suite.

Microsoft Teams: collaborazione potenziata

Microsoft Teams è diventato uno strumento indispensabile per la collaborazione aziendale e non solo, soprattutto in un’epoca in cui il lavoro remoto è sempre più diffuso. Con l’integrazione di Copilot, Teams diventa ancora più potente. Copilot è in grado di offrire suggerimenti a richiesta in tempo reale durante le riunioni, aiutare a prendere appunti, identificare azioni e momenti chiave e generare report immediatamente dopo gli incontri online. Per fare un esempio pratico: durante una riunione, se autorizzato, Copilot può trascrivere le conversazioni, evidenziare i punti principali e creare un sommario dettagliato fruibile dall’utente in qualsiasi momento. Questo permette ai partecipanti di concentrarsi sulla discussione senza preoccuparsi di dover prendere appunti manualmente. Inoltre, Copilot può anche suggerire risposte automatiche e fornire informazioni pertinenti la riunione che migliorano la comunicazione e riducono il tempo speso nella ricerca dei dati.

Outlook: gestione della posta elettronica semplificata

Outlook è l’applicazione di posta elettronica e gestione del calendario per eccellenza della suite Microsoft. Con Copilot, l’esperienza utente di Outlook viene notevolmente migliorata. Copilot può aiutare a gestire le e-mail in modo più efficiente, filtrando i messaggi importanti, suggerendo risposte rapide e organizzando le e-mail in categorie appropriate e fornendo riassunti di interi flussi di conversazione. Una delle funzionalità più utili di Copilot in Outlook è la capacità di analizzare il contenuto delle e-mail per suggerire azioni immediate. Ad esempio, se un’e-mail contiene una richiesta di riunione, Copilot può proporre gli slot di tempo disponibili nel calendario e inviare un invito automaticamente. Inoltre, può sintetizzare lunghi thread di e-mail, evidenziando le informazioni cruciali e consentendo di rispondere in modo rapido e preciso.

In conclusione Copilot per Microsoft 365 rappresenta un significativo passo avanti nella tecnologia degli assistenti intelligenti, migliora la produttività e semplifica il lavoro quotidiano degli utenti. L’integrazione con le app Microsoft 365 mostra chiaramente il potenziale di Copilot nel trasformare il modo in cui collaboriamo e gestiamo gli aspetti operativi e strategici del nostro lavoro.
Copilot non è solo uno strumento di produttività, ma un vero e proprio partner intelligente che supporta gli utenti in ogni aspetto del loro lavoro. Non resta che esplorare queste nuove funzionalità e scoprire come possono fare la differenza nella nostra routine lavorativa, contattaci per saperne di più.

MFA: rafforza la sicurezza digitale con l’autenticazione multifattore

Mercoledì 29 Giugno si è tenuto “MFA: rafforza la sicurezza digitale con l’autenticazione multifattore” il nostro webinar dedicato appunto all’autenticazione multifattore (MFA), è stata un’occasione per rimarcare le caratteristiche e i gli indubbi vantaggi dell’MFA presentando le principali soluzioni che GPV Solutions propone: Microsoft Entra ID e Watchguard Authpoint. C’è stato poi un significativo momento di confronto con tre ospiti che hanno condiviso le loro esperienze nell’adozione della soluzione MFA Watchguard Authpoint: Marco Rossetti, responsabile della sicurezza informatica del Comune di Cremona, Giuseppe Scozzafava, assistente tecnico di informatica dell’Istituto di Istruzione Superiore Bruno Munari di Crema, e Roberto Sartori, IT manager di JMG Cranes Spa azienda di produzione. I tre ospiti hanno raccontato come hanno implementato l’MFA nella loro realtà, quali sono state le criticità e le sfide che hanno affrontato, quali sono stati i benefici e i risultati ottenuti, le modalità di gestione degli utenti, le procedure e le politiche di sicurezza, ma facciamo un passo indietro…

Che cos'è l'autenticazione multifattore?

L’autenticazione multifattore (MFA) è un metodo di sicurezza che richiede agli utenti di fornire più di una credenziale per accedere ad un sistema o a un servizio online. In genere, le credenziali sono qualcosa che l’utente sa (come una password), qualcosa che l’utente ha (come un dispositivo mobile o una chiavetta USB) e qualcosa che l’utente è (come un’impronta digitale o un riconoscimento facciale). L’obiettivo dell’MFA è di rendere più difficile per gli hacker di rubare le credenziali degli utenti e di accedere ai loro dati sensibili, anche se un hacker dovesse scoprire la password di un utente, non potrebbe accedere al sistema senza avere anche il secondo o il terzo fattore di autenticazione.

Perché è importante?

L’autenticazione multifattore è importante perché aumenta il livello di sicurezza degli utenti e delle organizzazioni, con l’MFA, gli utenti possono proteggere meglio le loro identità digitali, i loro dati personali e le loro informazioni finanziarie. Le organizzazioni possono ridurre il rischio di subire violazioni dei dati, frodi, furti di identità e attacchi informatici. Inoltre è particolarmente importante nel contesto di lavoro remoto, dove gli utenti si collegano a sistemi o servizi da diversi dispositivi e da diverse reti. L’MFA garantisce che solo le persone autorizzate possano accedere alle risorse aziendali, anche se le password vengono compromesse o condivise. Secondo uno studio di Verizon, nel 2019 il 29% delle violazioni dei dati ha coinvolto l’uso di credenziali rubate. Inoltre, secondo un rapporto di Javelin Strategy & Research, nel 2020 il furto di identità ha colpito 49,1 milioni di consumatori negli Stati Uniti, con una perdita totale di 56 miliardi di dollari. Questi dati mostrano quanto sia diffuso e costoso il problema della sicurezza online e quanto sia necessario adottare misure preventive come l’MFA.

La tua guida verso l'MFA ideale

In sintesi ci sono diverse soluzioni di MFA disponibili sul mercato, per scegliere quella più adatta alle proprie esigenze, bisogna tenere conto di diversi fattori, come il tipo e la dimensione della propria organizzazione, il livello di sicurezza richiesto, il budget a disposizione, le preferenze degli utenti (app mobile o token fisico) e le compatibilità con i servizi e le applicazioni che si utilizzano.
Per aiutarti in questa scelta, puoi affidarti alla nostra consulenza, analizzando le tue esigenze e confrontando le diverse soluzioni di MFA, possiamo consigliarti quella più adeguata e assisterti nell’implementazione e nella gestione della soluzione scelta. Se vuoi saperne di più, contattaci subito e scopri come possiamo aiutarti a proteggere le tue identità e i tuoi dati con la soluzione di MFA più efficace e conveniente per te.