GPV Solutions: i nostri primi 20 anni

Il 9 Gennaio del 2004 prendeva ufficialmente vita il progetto GPV Solutions, oggi 9 Gennaio 2024, siamo lieti di poterne festeggiare il ventesimo anniversario. 

Vent’anni con lo sguardo sempre positivamente rivolto in avanti, a tal proposito abbiamo chiesto ai nostri CEO e CTO, Gian Piero e Vito, soci fondatori di GPV Solutions, di tirare un po’ le fila e delineare la rotta per il futuro, ecco cosa ci hanno raccontato.

Quali sono i valori che hanno caratterizzato l’operato di GPV in questi anni?

GP: Innovazione, responsabilità e disponibilità. Siamo portatori di innovazione, quella che aiuta a far crescere le aziende, l’innovazione che migliora le performance, quella che aiuta le persone a collaborare, condividere. Siamo cresciuti ma ci piace vedere crescere chi collabora con noi: chi grazie a sistemi informativi migliori riesce ad ottimizzare le proprie performance, chi perché contaminato dalle nostre abitudini immagina modi diversi di svolgere alcune attività, o semplicemente chi grazie ai nostri sistemi può dedicarsi a ciò che sa fare meglio senza interruzioni.

V: Direi che il valore capostipite, tra tutti i valori che potremmo definire come caratterizzanti dell’operato di GPV Solutions, sia la passione per il mondo della tecnologia, dell’informatica in particolare. Questa passione che sin da giovani ci ha travolto e ci ha dato la forza di renderla un lavoro, creando un’azienda che abbia la voglia di affrontare quotidianamente le sfide che ci vengono proposte dalle realtà aziendali con cui collaboriamo. Non a caso, la parola “solutions” che fa parte del nome della nostra azienda, è proprio il nostro leitmotiv.

Se ce ne sono altri, quali valori vorreste vedere in futuro?

GP: Credo che un’azienda abbia un ruolo sociale e le persone e le loro esigenze sono la risorsa su cui si fondano tutte le attività. Le dimensioni spesso rendono difficili certe scelte ma credo che in futuro sarà ancora più possibile puntare sulle persone, il vero valore di GPV.

V: Il presente richiede figure altamente professionalizzate per rispondere al meglio alle necessità del nostro settore, sicuramente investire nella specializzazione e continuo aggiornamento ci ha sempre contraddistinto e permesso di essere al passo con i tempi. L’idea è quella di procedere in tal senso acquisendo sempre maggiori competenze e promuovendo l’utilizzo delle nuove tecnologie.

Quali sono state le principali sfide affrontate e quali pensate saranno quelle future?

GP: Ogni giorno affrontiamo nuove sfide, siamo partiti con la teleassistenza quando nessuno ci credeva, la security perimetrale, la virtualizzazione e il cloud. Ricordo le soluzioni cloud nel 2010 con l’attivazione della nostra private cloud, le soluzioni di backup con cifratura o l’attivazione dei server locali con virtualizzazione quando ancora nessuno, soprattutto in piccole realtà, le implementava. Sostenitori del modern workplace con l’implementazione di soluzioni di collaborazione molto prima che diventassero l’unico modo per garantire la necessaria continuità operativa. Sicurezza, produttività, collaborazione, crescita e business optimization. Il futuro? AI, BI, Hybrid e public cloud, modern work place, modern communication and collaboration, Cybersecurity con MDR e Awareness… Tempo fa c’era una pubblicità che diceva “il futuro è di chi fa!” E noi non abbiamo perso assolutamente la voglia di fare!

V: La sfida principale è stata quella di creare la squadra di GPV, un Team energico che riesce a soddisfare efficacemente le necessità aziendali e delle realtà che seguiamo. Tutto il nostro staff ha ben chiaro che il nostro scopo principale è quello di offrire un valore aggiunto alle aziende con cui collaboriamo proponendo ed inseguendo soluzioni all’avanguardia ed innovative.

Quali sono state le soluzioni di punta di GPV in questi primi 20 anni e quali credete possano essere quelle per il futuro più in generale?

GP: Cybersecurity diventando un Managed Security Service Provider, gli unici certificati ISO 27001 nel nostro settore in provincia, aumenteranno i servizi SECaaS, con una suite di soluzioni integrate per la gestione della sicurezza a 360°.

I nostri servizi principali continueranno e saranno costantemente implementati. Il nostro ITSupp 365 crescerà e sarà ulteriormente implementato con indicatori, processi automatizzati, dispositivi gestiti e servizi. Ad esempio, la Vulnerability Assessment implementata nel 2022 ed ora prossima alla sua quarta revisione, o il patch management ulteriormente ottimizzato. Il cloud backup con monitoraggio costante sarà ulteriormente implementato e sarà possibile eseguire il backup di più piattaforme e servizi. Le soluzioni per le UC&C Wildix e Microsoft ulteriormente implementate ed integrate.

Le sfide ci piacciono e molte cose cresceranno già da quest’anno, come l’AI con Copilot Microsoft, le soluzioni integrate con il cloud (Azure ad esempio). Molte di queste già implementate nei nostri servizi.

V: Sicuramente quello che ci ha contraddistinto e permesso di offrire un servizio di alto livello è stata la scelta degli strumenti adottati per svolgere il nostro lavoro, a partire dalle prime soluzioni di assistenza da remoto implementate già nel 2004 sino agli attuali tool di monitoraggio dei sistemi. Un’altra carta vincente è stata la continua sperimentazione e l’apertura a soluzioni sempre innovative che ci ha permesso di selezionare prodotti e brand su cui accrescere e specializzare le nostre competenze. Questa verticalizzazione ci permette di conoscere al meglio le soluzioni che proponiamo e di sfruttarne al massimo le potenzialità.

A quali opportunità puntare?

GP: I pillar su cui le aziende dovrebbero investire a mio avviso sono almeno tre: cybersecurity gestita e awareness per i propri collaboratori, Intelligenza artificiale e automazione, cloud e modern workplace dove integrazione e ottimizzazione dei processi devono essere il traino per l’implementazione. Forse siamo all’alba di una nuova rivoluzione industriale e noi vogliamo cogliere ogni opportunità data dai nuovi paradigmi.

V: L’attuale contesto informatico richiede sempre più certezze in ambito Security, questa domanda trova risposta in attività di analisi ed implementazioni di sistemi di monitoraggio e di remediation. Questo aumento di sensibilizzazione da parte del mercato ci permette di mettere in atto soluzioni che da tempo implementiamo e riteniamo necessarie al raggiungimento di un alto livello di sicurezza.

Come vorreste che si evolva GPV in termini di competenze utili a cogliere le opportunità che si andranno ad aprire grazie all’affermazione delle nuove tecnologie?

GP: La passione è il motore principale, governiamo molte tecnologie e cerchiamo di implementarle dove e quando serve. La strada era ed è la medesima che abbiamo seguito fin dalla nostra nascita. Formazione costante, voglia di fare e voglia di misurarsi alzando costantemente l’asticella. Siamo sempre alla ricerca di nuove figure da inserire nel nostro organico e siamo sempre attenti alle nuove tecnologie. La passione ci guida, la ragione ci fa crescere, i risultati ci spingono ad affrontare nuove sfide.

V: Il fascino delle nuove tecnologie è sempre stato per noi motivo di interesse, curiosità e voglia di sperimentare. Questo movente sicuramente ci avvantaggia nell’avvicinamento a nuove soluzioni.

Sono sicuro che ogni membro del Team GPV sarà in grado di mettere a disposizione le proprie risorse, accrescendo il proprio know how, per poter soddisfare al meglio le opportunità legate alle nuove tecnologie.

Buon compleanno GPV Solutions!

Buon Compleanno GPV!

Buon compleanno GPV Solutions!

Scorrendo tra il vecchio materiale ho trovato la nostra prima brochure, quella che presentava i servizi di supporto del 2004. Lo ricordo come fosse ieri: io, Vito, Willy, una moka sempre sul gas e il camino acceso, i colori sgargianti, i font simpatici ma soprattutto l’infinità di tempo dedicato alla stesura di quell’opuscolo.

Sfogliandola sono rimasto colpito da quanta innovazione contenesse per l’epoca e di come volessimo già allora cambiare il paradigma nella gestione del supporto tecnico, l’amministrazione dei sistemi aziendali, la gestione dei backup e l’erogazione dell’assistenza tecnica da remoto e on-demand.

Proprio quell’anno ho deciso di licenziarmi: lavoravo in un negozio che trattava cancelleria, fotocopiatrici e informatica e ricordo vividamente come, alle mie continue richieste di poter erogare assistenza tecnica da remoto, il mio vecchio datore di lavoro continuasse a ripetermi che: “Le persone devono venire in negozio o al massimo siamo noi a dover andare da loro” o ancora che “Ci si deve far pagare a ore”. Insomma, tutte cose corrette ma legate ad una vecchia concezione del lavoro che, per fortuna, col tempo è stata ampiamente smentita.

E così, in quello stesso 2004 , abbiamo attivato la teleassistenza sicura: i primi a farlo nella nostra provincia.

Utilizzavamo prodotti opensource comandati da GPVAss 2004, un software sviluppato da Vito che con un click consentiva la connessione sicura con il pc del cliente per la richiesta di assistenza remota, ma la a cosa che più mi fa sorridere ora è che tutto questo lo facevamo con clienti connessi ad internet con un modem 56k! Direi che l’impresa più grande sia stata proprio quella di fornire un servizio non solo efficiente, ma che andasse anche oltre le possibilità del momento, con passione e voglia di crescere.

La voglia di crescere è stata ed è fondamentale, ci ha permesso di avere sempre un sguardo su quello che verrà, avendo gli strumenti su come affrontarlo.

Ad oggi, posso senz’altro dire che siamo cresciuti e questo credo che sia il nostro orgoglio più grande.

Abbiamo stretto collaborazioni con nuovi ed importanti partner, che ci hanno permesso di studiare e di vendere ai nostri clienti le migliori soluzioni.

Sono passati 18 anni da quel 9 gennaio, ma non abbiamo ancora smesso di voler imparare tutto ciò che il mondo dell’informatica possa insegnarci.

In particolare, ci siamo specializzati nella cyber security, offrendo un servizio che ora come non mai è richiesto quanto indispensabile.

In questi 18 anni, sempre più persone hanno collaborato per contribuire a questa realtà.

Oggi siamo in 7 e non riesco ad immaginare GPV senza ognuno di loro, senza la loro passione ed impegno costanti, da cui non possono che derivare altri 18 anni di quello che più che un lavoro è una passione condivisa!